Passano 6 anni… e che sorpresa!!!

Durante la terza sessione di inanellamento autunnale, finalizzata allo studio sulle migrazioni delle specie, nell’area delle sponde del Lago di Ripasottile, la grande sorpresa: il 15 ottobre abbiamo ricatturato una bellissima femmina di Capinera (Sylvia atricapilla), già inanellata il 27 settembre 2008 presso la nostra Stazione Ornitologica.
Dalle informazioni allora raccolte risultava essere nata nella primavera dello stesso 2008 e dopo 6 anni abbiamo potuto rilevare il suo buono stato di salute (nonostante la non più tenera età), e la sua “fedeltà” al nostro sito.
Difficilmente è possibile affermare se questo splendido esemplare sia stato sempre presente nel territorio della Riserva (stanziale); che sia proprio questa la sua zona di svernamento? Facendo l’accostamento, a specie come il Pettirosso (Erithacus rubecula), la Passera Scopaiola (Prunella modularis), ed altre che utilizzano le stesse strategie comportamentali si propenderebbe per il si. Non è, però, escludibile una seconda possibilità, ovvero che si stia spostando, presumibilmente, come i precedenti anni, dai nostri territori a quelli di svernamento (migrazione).
E’ interessante ricordare che il suo nome deriva dall''apice del capo del maschio di un brillante colore nero, mentre la femmina si distingue perché nella stessa parte è caratterizzata da un bel marrone dorato.

 

Articoli più Visti

 

L'istituzione della Riserva Parziale Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile è un fatto di straordinaria importanza che risale al 1985, quando nel giugno venne emanata una Legge Regionale apposita, la n. 94, che tra l'altro affidava la gestione della Riserva stessa ad un Consorzio tra i Comuni di Cantalice, Colli sul Velino, Contigliano, Poggio Bustone, Rivodutri, Rieti, la Comunità montana Montepiano reatino, 5° zona.

contatti

Sede centrale